Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

Segnalazione: Le novità di maggio targate UTET!

Immagine
Chiara Garbarino
La felicità non sta mai ferma
Storia di Leo il mio bambino ribelle

pp. 176 - 16 Euro  Questa è la storia autentica di un bambino difficile, di una madre tenace e degli ostacoli che hanno dovuto affrontare per ottenere una diagnosi corretta e vincere i pregiudizi che vogliono i bambini come Leo semplicemente maleducati e le loro mamme incapaci.
Oggi Leo ha undici anni e soffre di un disturbo dell'attenzione e di iperattività: una sindrome chiamata ADHD di cui nelle famiglie e nelle scuole si sa ancora molto poco. Da piccolo lo chiamavano il Teppista perché era un bambino che aveva reazioni violente e imprevedibili, che non stava mai fermo e che non ubbidiva a nessuno. Chiara, la mamma di Leo, racconta in questo libro cosa significa avere un figlio iperattivo, nella speranza di aiutare altri genitori a capire, accettare e sostenere questi bambini speciali.

GUARDA IL VIDEO DI CHIARA E LEO

BlogTour - Intervista doppia: Miriam Palombi - Il respiro del diavolo

Immagine
NOME. A. Abigail Ashton Smith G. Galahad
SOPRANNOME. A.Aby “l’albina”…o se preferite “La Strega”, “La Bianca”. Avete l’imbarazzo della scelta. G.“Il Cercatore”…una volta sono stato soprannominato così.
ETÀ. A.23 G. 35
RAPPORTO CON L'ALTRO SESSO. A.Attualmente ho altri interessi che mi tengono…viva. G. Il mio aspetto non gioca a mio favore.
LA TUA DONNA IDEALE. A.Non ci ho mai pensato, ma una volta ho incontrato una moretta dagli occhi a mandorla…niente male. Mi sembra si chiamasse Liza. G. Una che riuscisse ad accarezzarmi e guardarmi in volto senza abbassare lo sguardo.
COLORE PREFERITO. A.Viola G. Nero
CIBO PREFERITO. A.Da quando il mio corpo ha iniziato a mutare non ho bisogno di cibo. G. Gulash, un ricordo della mia terra natia.
DI QUALCOSA ALL'ALTRO. A.Chissà se le cicatrici ti bruciano ancora…ahah! G. Taci, creatura immonda.
TRE AGGETTIVI PER DEFINIRE L'ALTRO. A.Noioso. Prevedibile. Schivo. G. Mostruosa. Crudele. Amorale.
UN LUOGO A CUI SEI MOLTO LEGATO.

Segnalazione: Le uscite della settimana targate Leggereditore!

Immagine
QUESTA SETTIMANA IN LIBRERIA:

Recensione film: My bromance

Immagine
Ecco come è iniziato, per me, il torbido girone del trash, nell’ambito dei drama BL. Dopo ormai aver visto un buon numero di drama coreani e aver letto sin troppi yaoi/BL (chiamateli come volete) era logico che finissi per ricercare una combinazione dei due. Il problema era solo uno: da dove iniziare?
Dopo aver passato al setaccio liste di titoli, recensioni e commenti ho finito per stilare una mia classifica di drama e film che dovevo provare a vedere. Il primo è proprio quello soggetto alla recensione di oggi, “My bromance”.
Non aveva tutti questi commenti positivi, da parte della critica, ma le fujoshi più esperte (QUI se non sapete cosa significa il termine) dichiaravano fosse una delle migliori pellicole per spaccare il ghiaccio e cominciare la visione di questo genere…
“Ma è Thailandese!” Questa è stata la mia prima reazione. Coreano ci piace, ormai è appurato, ma thailandese? Mai sentito di parlare di film di tale provenienza quando ci sono eventi e quant'altro. Okay so che…

Segnalazione: Le uscite di aprile targate DarkZone!

Immagine
In occasione del Romics la DarkZone lancia due nuovi titoli.
Ritornano negli scaffali dei nostri lettori Rob Himmel con un nuovo romanzo fantasy classico 'Il Tempo dei Mezzosangue- L'ascesa della Chimera' e Miriam Palombi con il secondo volume di 'Legacy Of Darkness' intitolato 'Il Respiro Del Diavolo'. Sinossi: Alak ed Ethan, due monaci dal carattere opposto, sono scelti per rispondere all’appello del sovrano di Kernak e contrastare una minaccia imprevista e terribile. Intanto Jandar, giovane stregone, si cimenta in un duro addestramento per conoscere il suo potere e capire il proprio ruolo nel mondo. Il suo intervento, infatti, sembra indispensabile nel momento in cui l’Imperatore Kedrax si prepara a conquistare l’intero continente, aiutato dalla maga Lenara, a cui affida anche un incarico più pericoloso e segreto: reclutare sei individui dalle abilità uniche, necessari per compiere ciò che nessuno ha mai fatto prima…  Sinossi: Il Pentacolo è stato riaper…

Recensione "Wolf in the House" by Park Ji-yeon

Immagine
Wolf in the House è un manhwa di genere BL creato e disegnato da Park Ji-yeon e pubblicato su Lezhin. La storia è composta per ora da un'unica stagione di 31 episodi e un extra, ma è già stata confermata per una season two e riprenderà, dopo un piccolo hiatus, ad aprile 2018.

Dopo essere finalmente uscito da una relazione di tira e molla durata ben dieci anni, Minsuk decide di adottare un husky siberiano di nome Bexan per segnare l'inizio della sua nuova vita da single. Non vede l'ora di poter accudire il suo nuovo amico a quattro zampe, coccolarlo, portarlo fuori per una passeggiata... Peccato che Bexan non è proprio un cane qualunque. E Minsuk non sa che sorpresa lo aspetta al calar della notte.

Wolf in the House è un manhwa che ho dovuto leggere due volte per poterlo cogliere a pieno. Non perché sia troppo complesso o simili, solo si è dimostrato abbastanza diverso da come lo immaginavo, che per entrarci davvero e innamorarmene alla follia ho avuto bisogno di una maratona…

Recensione: Ollie e i Giocattoli dimenticati

Immagine
Trama
Nel regno segreto dei giocattoli ci sono molti misteri. C’è il Codice dei Giocattoli, che è antico come l’infanzia. C’è anche la magia di diventare il preferito, il più grande onore nel regno dei giocattoli. La mamma di Billy ha cucito Ollie con le sue mani: era un giocattolo speciale. È diventato il miglior amico di Billy, il suo confidente, il suo compagno di giochi, e sì, il suo “preferito”. Ma esistono esseri malvagi nel regno dei giocattoli; Zozo, il re pagliaccio, è il più temuto. Lui e i suoi tirapiedi, i Grinfi, hanno giurato di rubare e imprigionare i giocattoli preferiti, perché dimentichino i loro bambini e nessuno li ritrovi più. Quando Ollie viene rapito, Billy parte per salvare il suo amato pupazzo dal covo sotterraneo di Zozo, nella Fiera Oscura. Mai un viaggio tanto breve è stato così epico.

Recensione
Non appena ho preso questo libro tra le mani, ho capito che sarebbe stato speciale. L'illustrazione in copertina, così semplice e ricca di dettagli al tempo stess…