Guilty Pleasures


Attenzione: questa rubrica e le recensioni in essa presenti sono a basso contenuto di serietà e pudore, e potrebbero ledere seriamente i neuroni altrui. Augurandovi buona lettura, la direzione declina ogni responsabilità.



Guilty Pleasures nasce a partire da due semplici costatazioni: ognuno di noi nasconde in sé una piccola ragazzina urlante e per quanto raffinati e perbenisti si possa essere non si può evitare di apprezzare del sano trash.
Se in ogni altra rubrica del nostro blog ci impegniamo da sempre a realizzare recensioni con la giusta serietà e professionalità, in questo caso decidiamo di lasciarci un po' andare e di rivelare il nostro lato più oscuro: quello delle fangirl. Guilty Pleasures raccoglierà così i nostri commenti a quei libri, film, serie tv (e chi più ne ha più ne metta) che per amore del buon costume e dell'estrema professionalità dovremmo essere portati a snobbare, ma che proprio l'umana sensibilità per il trash ci porta a notare.
Per onor del giusto, le recensioni contenute in questa rubrica saranno sottoposte a una doppia valutazione: una, più oggettiva, attraverso i consueti Specchi, e l'altra, esclusiva di questa sezione, decisamente più soggettiva e realizzata attraverso il Voto Fangirl (di cui qui trovate la spiegazione).
Se siete pronti a liberarvi momentaneamente dei vostri freni inibitori, e abbastanza coraggiosi da immergervi nell'oscuro mondo del fangirlamento, lasciatevi andare anche voi a questa nuova avventura. Altrimenti...beh, siete ancora in tempo per scappare via da questa pagina (e salvare i vostri neuroni!).

I nostri momenti fangirl:
- Shadowhunter - The Mortal Instruments (serie tv)
- The 100 di Kass Morgan (libro)
- I still love you
- Forever


Commenti

Letture del mese

Recensione Multipla "Caraval" by Stephanie Garber

Recensione "Piuma Bianca" by Le Peruggine

Recensione "A Man Like You" by Waje

Recensione "Il segno della tempesta" by Francesca Noto

Recensione "Faximile. 101 riscritture di opere letterarie"

DarkZone- BlogTour Sice: Intervista Doppia